Mazinga Z: la sigla italiana

a cura di: Koji

Mazinga Z

sigla di: Mazinga Z
scritta da: Azuma/Watanabe (musica), D. Verde(testo italiano)
interprete: Galaxy Group
voce principale: Vincenzo Polito
cori: Mariano Perrella (voce grave) e Angelo Giordano (voce acuta)
partecipazioni esterne:
anno di incisione: 1980
anno di pubblicazione: 1980
pubblicata in: Mazinga Z/Figli di Giove (45 giri, CLS-Meeting Music); Le sigle d'oro dei cartoni animati (2 CD, Meeting Music)

Commento alla Canzone|Testo della Canzone|Copertina del Disco


La sigla italiana è cantata dai Galaxy Group, gruppo dietro quale si celava la mano di Detto Mariano. Il cantante della sigla è Vincenzo Polito con ai cori Mariano Perrella (voce grave) e Angelo Giordano (voce acuta). Il testo italiano è di Dino Verde, un noto autore di programmi televisivi scomparso nel 2004. E' stata scritta da Azuma/Watanabe/Verde e incisa dalla CLS-Meeting Music nel 1980 con Figli di Giove come b-side. Chi sia questo Azuma accreditato come compositore non è dato saperlo visto che la sigla originale risulta composta da Fumihiko Higashi e Michiaki Watanabe. Del 45 giri italiano esistono due copertine diverse.

Mazinga Z è la mia sigla preferita. Come vi ho già detto il tema è identico a quello giapponese ma sia le doppie voci sia la verve dei cantanti la rendono (a mio parere) la migliore di tutte le varie versioni della sigla originale. La scelta degli strumenti è coerente con il bellissimo e tragico testo e con le potenti voci dei cantanti.

Secondo alcuni amici la sigla italiana di Mazinger Z è un mix delle due sigle giapponesi di apertura e chiusura. Per l'esattezza il bridge ricorderebbe la ending. Non so dirvi di preciso se questo sia vero o meno però resta il fatto che le due sigle giapponesi non siano molto diverse tra di loro, sembrano quasi un'arrangiamento diverso dello stesso motivo.

Il pezzo pur essendo dotato di grande carica espressiva è molto sottovalutato... Dispiace il fatto che molta gente non lo conosca affatto o lo confonda con la (pur bella) sigla de Il Grande Mazinger (come hanno fatto quegli incompetenti di Italia1 in Macchemmù nel 2001). Di questa sigla ne esiste una cover dell'epoca dal titolo Mazingher Z realizzata nel 1980 da Rino&Space Group per la SAAR.

Il migliore modo per comporre una sigla di un anime è sempre quello di trarre spunto dalla sigla originale. Le sigle di Jeeg, robot d'acciaio, Starzinger, Carletto il principe dei mostri, Ranma 1/2 ne sono la dimostrazione lampante. Dell'opening di Mazinga Z esistono altre "cover" straniere (probabilmente veniva imposto al momento della vendita); io conosco quella americana (Tranzor Z), quella spagnola (El Mazingo) ed una francese. Esistono inoltre una infinità di remake giapponesi realizzati (anche dallo stesso Mizuki) per qualsiasi occasione (la migliore è quella rifatta in occasione del videogame Super robot wars).
voto: 10+